Home Copia Digitale Edizione Agosto 2021 (copia digitale)

Edizione Agosto 2021 (copia digitale)

In copertina
LORENZO PALUMBO, Mi vesto di infinito, (particolare),libera rielaborazione da “Morte e vita”
di Gustav Klimt, acrilico su tela, cm 150 x 220, 2020

In copertina
LORENZO PALUMBO, Mi vesto di infinito, (particolare), libera rielaborazione da “Morte e vita”
di Gustav Klimt, acrilico su tela, cm 150 x 220, 2020. Lorenzo Palumbo, originario di Sogliano Cavour (Lecce), espone con continuità dal 1966 in Italia e all’estero. Friulano d’adozione cresce nell’attività artistica a Cividale del Friuli (Ud), dove risiede e opera.Nei suoi dipinti, eseguiti a olio e acrilico su tela, c’è sempre l’evidenza di un racconto dai marcati riflessi introspettivi. Partecipa a numerosi simposi internazionali.

Ha al suo attivo diverse significative mostre, tra le quali spicca per il riscontro ricevuto quella intitolata
Percorso in ombra nell’Aula Giovanni Paolo II, in via delle Botteghe Oscure 15 a Roma nel 2017.

Tra le rassegne collettive densa di significati è stata nel 2020 Mittelart – simbiosi di
colore empatico, da lui stesso organizzata e diretta presso la Villa De Claricini Dornpacher di
Bottenicco, in provincia di Udine.

Articoli Recenti

Le “quattro patrie” di Alessandro Tessari

Nel nostro tentativo di dire quanto pathos e quanta vita si ravvisi in questo “messaggio in bottiglia”: l’ultima (per poco) pubblica­zione (edita...

Pasolini e la poetica del “rustico amore”

Lo sguardo rivolto all’esterno della Casa Co­lussi, sede del Centro Studi Pasolini di Ca­sarsa (Pordenone), è la focalizzazione fisica di un punto...

Yan Pei-Ming: quando l’arte diventa storia

Il Palazzo dei Papi e la Collezione Lambert hanno ospitato ad Avignone Tigres et vau­tours (Tigri e avvoltoi), una interessantissi­ma mostra dedicata...