Home Copia Digitale Edizione Aprile 2021 (copia digitale)

Edizione Aprile 2021 (copia digitale)

In copertina
SERGEJ GLINKOV, Loth (particolare), cm 44 x 34, olio su tela, 2018. Sergej Glinkov è originario di Kiev (Ucraina) e ha scelto l’Italia per vocazione pittorica e ricchezza del paesaggio storico e culturale. Svolgendo
un’intensa attività tra Trieste, Roma e Venezia, dove periodicamente tiene corsi di pittura presso la Sommerakademie di Vienna. La sua pittura scaturisce dagli elementi della Natura come l’aria, incarnata dalla gestualità della pennellata, la luce intesa come pressione luminosa che imprime forma alle cose e la
liquidità come dissolvente della materia e della sua immagine. I soggetti preferiti traggono ispirazione
dal passato, dalla memoria dei luoghi e dalla sensibilità verso il repentino e l’incostante. Sergej Glinkov espone con regolarità dal 1982; le sue opere fanno parte di diverse raccolte pubbliche e private, tra cui la Galleria di Ca’ Pesaro di Venezia (premio Bevilacqua La Masa) e le Gallerie Costiere di Pirano in Slovenia.

Articoli Recenti

Le “quattro patrie” di Alessandro Tessari

Nel nostro tentativo di dire quanto pathos e quanta vita si ravvisi in questo “messaggio in bottiglia”: l’ultima (per poco) pubblica­zione (edita...

Pasolini e la poetica del “rustico amore”

Lo sguardo rivolto all’esterno della Casa Co­lussi, sede del Centro Studi Pasolini di Ca­sarsa (Pordenone), è la focalizzazione fisica di un punto...

Yan Pei-Ming: quando l’arte diventa storia

Il Palazzo dei Papi e la Collezione Lambert hanno ospitato ad Avignone Tigres et vau­tours (Tigri e avvoltoi), una interessantissi­ma mostra dedicata...