Home Copia Digitale Edizione Gennaio 2020 (copia digitale)

Edizione Gennaio 2020 (copia digitale)

DOMENICO DIFILIPPO, Icona con ali d’ar­gento, cm 70 x 50, tecnica mista su carta Fabriano, 2016

Domenico Difilippo, nato a Finale Emilia in pro­vincia di Modena, dopo gli studi di Architettura a Modena e quelli di Decorazione a Castelmassa, frequenta l’Accademia di Belle Arti di Firenze. Giovanissimo, negli anni Sessanta, si accosta al mondo artistico milanese, partecipando all’attivi­tà di riflessione e ricerca che con Roberto Crippa, Enrico Baj e Gianni Dova è fiorita nel pensatoio del bar Jamaica. Successivamente negli anni Set­tanta con Mac Mazzieri condivide uno stile definito Neo Surrealismo Storico Modenese; poi nel 1982, dopo un lungo soggiorno a Parigi, la sua ricerca verte verso una pittura “surreale-astratta”. Nel 1991 in Germania a Bremen, in occasione di una sua personale, pubblica il manifesto dell’Astratti­smo Magico; la stessa esposizione tedesca è accolta nel Palazzo dei Diamanti di Ferrara, in anteprima per l’Italia. Attivo anche nel campo accademico, è stato docente nelle Accademie di Belle Arti di Firenze, Sassari, Venezia, Carrara e Milano. Dopo Brera, ha conclu­so l’attività didattica all’Accademia di Bologna di cui è stato Vice Direttore e titolare di Cromatolo­gia. Intensa è la sua attività espositiva in Italia e in varie località dello scenario internazionale.

Articoli Recenti

Luis Sepùlveda, combattente umile e coraggioso

Ci sono vite e destini che s’in­trecciano in forme misterio­se ed inesplicabili. L’ultimo incontro letterario a cui ha partecipato Luis Sepùlveda, prima...